Conoscere le statistiche di un sito web è fondamentale. In questo articolo vedremo insieme come usare Google Analytics e quali sono i dati da tenere sotto controllo. Google Analytics è lo strumento gratuito offerto da Google per tracciare le visite su un sito web, se non l’hai ancora installato ti consiglio di farlo subito. Se invece hai già tutto configurato continua a leggere l’articolo saltando il tutorial, vai!

Come installare Google Analytics su WordPress

Ho apprezzato la chiarezza del linguaggio utilizzato dal collega Tiziano Fogliata in questa video-guida su Youtube

Nel menu del pannello di amministrazione clicca su “Pubblico” e poi su “Panoramica” per visualizzare i numeri principali:

1. Durata Sessione Media

Questa variabile indica quanto tempo in media un utente è rimasto nel tuo sito. E’ importante conoscere questa statistica del tuo sito web, perché ti fa capire se i tuoi contenuti sono interessanti per il pubblico. Se hai pochi materiali (testi, immagini, video, ecc.) è molto probabile che le persone passino poco tempo sul tuo sito. Al contrario se hai scritto degli articoli sul tuo blog con testi lunghi oltre 2.000 parole, sicuramente il tempo di permanenza sul sito sarà oltre 1 minuto. Se così non fosse avresti un problema e dovremmo scavare più in profondità.

2. Bounce Rate o Frequenza di Rimbalzo

Questa statistica indica il numero di persone che, una volta aperto il tuo sito, hanno chiuso subito. La definizione di Google:“La percentuale di sessioni di una sola pagina in cui non ci sono state interazioni con la pagina. Una sessione con rimbalzo ha una durata di 0 secondi.” Attenzione, questa statistica NON va osservata se hai un sito monopagina o una landing page senza collegamenti ad altre pagine.

3. Acquisizione

Adesso spostiamoci nella sezione del menu di amministrazione che si chiama “Acquisizione”, clicca su “Panoramica”. Ecco come usare Google Analytics per avere un’idea di quale canale è più efficace nel portare traffico al tuo sito web.
Il traffico “Organic Search” è quello proveniente dai motori di ricerca, quando le persone trovano il tuo sito attraverso delle parole chiave. “Direct” è il traffico che arriva direttamente nel tuo sito senza passare per i motori di ricerca, evidentemente le persone hanno memorizzato il nome del tuo sito e lo digitano direttamente nel browser. “Referral” rappresenta tutti i siti web di terze parti che hanno un link che punta al tuo sito. “Social” è il traffico proveniente dai social network (facebook, instagram, linkedin, ecc.). “Paid search” indica tutte le visite che hai ottenuto quando hai attivato le campagne pubblicitarie a pagamento PayPerClic. “Email” è il traffico generato dalle persone che quando ricevono le tue email, cliccano sui link che puntano al tuo sito web.

4. Query di Ricerca

Sempre nella sezione “Acquisizione”, nel sottomenu “Search Console” poi cliccando su “query” potrai conoscere quali sono le parole chiave che hanno portato traffico al tuo sito . (Se vuoi approfondire sul tema della ricerca parole chiave leggi questo articolo: https://markelize.com/ricerca-parole-chiave-gratis/)
Nell’ultima colonna trovi il dato relativo alla posizione nella pagina dei risultati di ricerca su Google, considera che fino al numero 10 vuol dire che sei in prima pagina. Prima di poter accedere a questo dato è necessario collegare Google Analytics a Google Search Console. Se hai bisogno di un tutorial su come collegare Google Search Console al tuo sito WordPress guarda il video qui sotto

5. Dispositivi Utilizzati

All’interno della sezione “Search Console” trovi anche la voce “Dispositivi” dove potrai osservare quale dispositivo utilizzano i tuoi visitatori per navigare nel sito. In questo modo potrai capire come usare Google Analytics per impostare al meglio i parametri per l’usabilità del tuo sito. Se le visite arrivano prevalentemente da dispositivi come smartphone e tablet dovrai fare in modo che il tuo sito sia ottimizzato per essere consultato su questi. Caso contrario ottimizza tutta la struttura grafica per chi lo naviga dal pc.

6. Pagina di Destinazione

Apri la scheda “Comportamento” e poi “Contenuti del sito” ora clicca su “Tutte le pagine” per analizzare quali sono le pagine più viste (quelle con il maggior numero di visualizzazioni), quanto tempo in media gli utenti ci trascorrono.
Quante volte i visitatori del sito sono arrivati su una specifica pagina in maniera diretta (tramite link o ricerca organica).
Se vuoi conoscere il dettaglio di provenienza del traffico su una specifica pagina, cliccaci sopra, poi clicca su “dimensione secondaria” poi su “acquisizione” poi su “sorgente/mezzo” in questo modo vedrai da dove arriva il traffico di quella specifica pagina. Nell’immagine dell’esempio la pagina viene raggiunta da traffico organico che cerca su Google e da un sito di terze parti che ha inserito un link alla pagina che sto analizzando, ottimo per analizzare l’attività di link building.

7. Come misurare obiettivi e conversioni su Google Analytics

Misurare le conversioni è importante per capire se le performance del sito o della landing page sono positive.

Per “conversione” si intende il completamento di un’azione da parte di un visitatore, per esempio la compilazione del modulo di contatto, il download di una risorsa, l’iscrizione alla newsletter, e così via.

Il consiglio che posso darti è di realizzare una “thank you page” verso cui reindirizzare il visitatore dopo che ha compiuto l’azione, nascondere la pagina ai motori di ricerca, in questo modo potrai conteggiare come conversione tutte le volte che qualcuno visita la thank you page.

Apri la scheda “Conversioni” e poi “Obiettivi” ora clicca su “Panoramica” per visualizzare quali sono le conversioni che hai ottenuto nel periodo di tempo che stai esaminando.

Come usare Google Analytics gli obiettivi
NOTA: per poter visualizzare le conversioni devi aver impostato gli obiettivi. Per questo ti consiglio di guardare il video qui sotto.
Spero di averti dato delle informazioni utili, se hai bisogno di supporto su come usare Google Analytics per le statistiche del tuo sito web, contattami!
Alessandro Ingala Strategie di Web Marketing Dal 2013 progetto soluzioni digitali per startup e PMI, con lo scopo di aiutarle a crescere attraverso strategie di web marketing. Sono appassionato di running e amo viaggiare in moto.
Se pensi che questo articolo possa essere utile a qualcuno che conosci, condividilo!