In questo articolo troverai un caso pratico su come partire con il content marketing usando un sondaggio inviato tramite email.

Ho preparato una sequenza di 3 passaggi, per organizzare il tuo lavoro al meglio e soddisfare i tuoi contatti.

Circa un mese fa, ho lanciato un sondaggio per conoscere un po’ meglio le esigenze sul digital marketing della mia lista di contatti. 

Ho raccolto molte risposte e da lì sono partito per fare qualche le riflessione che desidero condividere.

Uno degli argomenti su cui ho riscontrato maggiore interesse (46%) è stato “come creare e diffondere contenuti”.

La risposta è molto più semplice di quanto tu possa credere: chiedilo direttamente al tuo pubblico!

Questi sono degli esempi dei dati che puoi ottenere grazie ad un sondaggio alla tua platea:

  • Informazioni sulle tempistiche per fare content marketing
  • Informazioni sui canali per fare content marketing
  • Informazioni sugli argomenti per fare content marketing

In questo articolo scoprirai come iniziare a fare content marketing, partendo da un sondaggio.
Indice degli argomenti:

  1. Scegliere uno strumento di email marketing
  2. Preparare il sondaggio su google moduli
  3. Come scrivere la mail da inviare
  4. Esempio pratico: risultati del mio sondaggio
  5. Conclusioni sul content marketing

1. Scegliere uno strumento di email marketing

Partiamo dal primo punto: ci sono davvero tanti di software di email marketing, le piattaforme più famose ed utilizzate sono Mailchimp, ActiveCampaign, GetResponse, Mailerlite, 4Dem e molte altre. Una qualsiasi va bene, non è rilevante ai fini del sondaggio. 

Il motivo per cui è importante utilizzare questi software è il tracciamento dei dati: puoi conoscere chi apre le tue email, chi clicca sui link ed, inoltre, funzionano da archivio digitale dei tuoi contenuti mail.

In questo articolo ho scritto un approfondimento sugli strumenti per fare email marketinghttps://markelize.com/email-marketing-gratis

Mentre qui troverai un approfondimento sullalead nurturing (come inviare sequenze email per creare relazioni con i tuoi contatti) https://markelize.com/lead-nurturing-significato-strategia-esempi

2. Preparare il Sondaggio su Google Moduli 

Nel sondaggio sei tu a dover guidare i tuoi utenti a darti le informazioni giuste per essere più efficace rispetto alle loro esigenze, quindi prepara domande facili da compilare: “scelta multipla” oppure “selezione singola” sono quelle che ti suggerisco. 

Gli americani amano attribuire sigle a qualsiasi cosa e hanno coniato un acronimo molto efficace: KISS. Non si tratta di un bacio, ma di un metodo che ti consiglio di utilizzare… Keep It Simple Stupid ovvero  falla semplice.

Poche domande e molto chiare.

Google Moduli è il software online gratuito messo a disposizione da Google.

Qui il link https://www.google.it/intl/it/forms/about

Usarlo è molto semplice e per divulgare il tuo sondaggio è sufficiente condividere il link dello stesso, alle persone della tua lista.

I risultati saranno aggregati e mostrati in automatico dal software.

3. Come scrivere la mail da inviare

L’ultimo punto del processo è l’invio della mail con il link al sondaggio.

Assicurati che:

  1. Compaia il tuo nome come mittente (evita info@…)
  2. Scrivi un “oggetto” accattivante, per invogliare il tuo contatto ad aprire la mail
  3. Nel testo sii sintetico e vai dritto al punto.

Le persone odiano perdere tempo, quindi oltre ad essere sintetico, è importante che tu faccia subito percepire che il sondaggio servirà per restituire qualcosa alla platea: contenuti utili, mirati e facilmente fruibili.

Devono percepire il beneficio che avranno dopo averti dedicato del tempo a compilare il sondaggio.

Ricorda: metti al centro le persone

4. Esempio pratico: risultati del mio sondaggio

Quali argomenti ti interessano maggiormente? 

Con questa domanda puoi scoprire quali argomenti scegliere per fare content marketing.

In che modo vorresti essere informato?

Attraverso questa domanda puoi scoprire come scegliere i canali per fare content marketing.

Con quale frequenza vorresti trovare nuovi contenuti?

Questa domanda è fondamentale per scegliere le tempistiche per fare content marketing.

5. Conclusioni sul content marketing

Se hai qualche dubbio su quali contenuti possano essere interessanti per il tuo pubblico, prepara un soddaggio e chiedilo al tuo pubblico.

Con questo tipo di attività potrai ottenere importanti benefici:

  • maggior soddisfazione della tua platea
  • fidelizzazione
  • posizionamento nella testa dei tuoi contatti come l’esperto che parla di…
  • pulizia della lista (chi non è realmente in target con la tua attività sceglierà di uscire dalla lista)
  • creazione di una relazione solida con i contatti che continueranno a seguirti

 

NOTA: sulla frequenza, alcuni esperti suggeriscono di inviare mail più ravvicinate, 4-5 email a settimana, perché in questo modo mantieni il contatto con il tuo pubblico molto più vivo.

Chiaramente devi avere qualcosa da dire e soprattutto devi essere strutturato per poter produrre tutti questi contenuti

Se stai partendo adesso ti consiglio di iniziare con la frequenza con cui ti senti più a tuo agio.

Se ti interessa una consulenza personalizzata per la tua attività, approfondisci il nostro servizio di Inbound Marketing

Alessandro Ingala

Strategie di Web Marketing

Dal 2013 progetto soluzioni digitali per startup e PMI, con lo scopo di aiutarle a crescere attraverso strategie di web marketing.
Sono appassionato di running e amo viaggiare in moto.

Se questo articolo ti è stato utile, condividilo perché puoi aiutare altri imprenditori e professionisti a crescere e migliorare.