Come si calcola il ROI delle campagne Marketing?
Calcolatore online per il ritorno dall’investimento, spiegato passo passo, semplice ma accurato.

1. ROI: Definizione e Significato

Il R.O.I., acronimo di Return On Investment, permette di conoscere il ritorno che ottengo per ogni euro che investo, in un determinato momento.

Il significato di ritorno sull’investimento è associato a qualsiasi attività che prevede l’impiego di un capitale iniziale, come input, e un ritorno in termini di guadagno o perdita, come output.

Può essere utilizzato per confrontare due investimenti di capitale, per esempio questo avviene con le azioni in borsa, quando si confrontano due portafogli diversi.

Il ROI serve inoltre alle aziende per verificare i margini di profitto che possono essere generati da una certa attività in uno specifico intervallo di tempo.

2. Il ROI applicato al marketing (ROMI)

R.O.M.I. Return on Marketing Investment è il calcolo che consente di capire il ritorno dagli investimenti effettuati in attività di marketing. E’ molto importante per un’azienda conoscere l’impatto degli investimenti e, di conseguenza, è fondamentale l’utilizzo di una formula in grado di calcolare il ritorno che si potrà ottenere.

Le attività di marketing possono essere tante e riferirsi a diversi canali di comunicazione (tv, radio, cartelloni, web, ecc.) per questo vanno subito individuati i canali che possono essere tracciati in maniera precisa, come appunto quelli che riguardano il web.

ROI = (Ritorno dall’investimento – Capitale Investito) / Capitale Investito

ROI Web Marketing

Il ROI delle campagne di Web Marketing è il ritorno che si ottiene esclusivamente dalle campagne di web marketing (anche se in realtà online e offline sono sempre collegati e quindi in qualche modo bisognerebbe tenerne conto).

Con attività di web marketing intendiamo tutte le tipologie di campagne che vengono realizzate: seo, payperclic, email, social.

Potrai conoscere da dove proviene una persona in base al sistema di tracciamento.

Sarà difficile sapere con esattezza la provenienza perché potrebbe capitare il caso che qualcuno clicchi su un’inserzione su Google, arrivi sulla pagina web, ma non compili subito il form, magari lo compila dopo aver visto un’altra pubblicità ma su Facebook stavolta.

Allora il sistema traccerebbe che il form compilato ha provenienza Facebook, ma in realtà la pubblicità che ha attirato l’attenzione di quella persona era su Google.

Quindi in un discorso più ampio e generico possiamo indicare tutte le persone che sono arrivate a compilare un dato form di contatto tramite attività web marketing.

Ipotizziamo che abbiamo investito un capitale iniziale di 2.000€ per

  • Budget per i clic su Google Ads: 750€
  • Budget per i clic su Facebook Ads: 750€
  • Compenso per l’esperto di marketing che crea le pubblicità: 500€

Ipotizziamo che sulla pagina della campagna pubblicitaria (landing page) siano arrivate 2.000 persone, considerando che il tasso mondiale di conversione delle landing page è del 2,35% (fonte: https://www.impactbnd.com/blog/what-is-a-good-landing-page-conversion-rate)

 

Significa che 47 (2.000 x 2,35%) persone hanno compilato il form, ipotizziamo che sono diventate clienti il 50% ossia 23 (46 x 50%).

 

A questo punto è importante conoscere il prezzo medio di vendita per cliente del nostro servizio, ipotizziamo che è pari a 600€.

 

Le vendite generate da questa attività di web marketing sono pari a 23×600€ = 13.800€

 

Quindi posso calcolare il ROI: (13.800-2.000) / 2.000 = 590%

 

Ossia per ogni 1€ investito ne ho avuti in ritorno 5,9€

ROI Influencer Marketing

In questo caso invece parliamo del ritorno che posso ottenere quando coinvolgo un influencer nelle attività di marketing.

Come faccio a tracciare questa attività se coinvolgo più influencer?

Posso generare dei link personalizzati per ciascun influencer e nel caso di ecommerce posso vedere quante vendite ha generato il singolo link.

Per la configurazione del codice di tracciamento dentro google analytics puoi usare i link UTM

Per la personalizzazione delle url puoi utilizzare servizi come bit.ly

Puoi duplicare le landing page e conteggiare esattamente quanti contatti vengono generati da ciascuna.

 

Ipotizziamo che abbiamo investito un capitale iniziale di 1.000€ come compenso per l’influencer.

 

Ipotizziamo che – come nell’esempio di prima – sulla pagina della campagna pubblicitaria (landing page) siano arrivate 2.000 persone, considerando che il tasso mondiale di conversione delle landing page è del 2,35% (fonte: https://www.impactbnd.com/blog/what-is-a-good-landing-page-conversion-rate)

 

Significa che noi abbiamo raccolto i dati di 47 (2.000 x 2,35%) persone, ipotizziamo che sono diventate clienti il 50% ossia 23 (47 x 50%).

 

Mantenendo lo stesso prezzo medio di vendita per cliente del nostro servizio, pari a 600€.

 

Le vendite generate dall’attività dell’influencer sono pari a 23×600€ = 13.800€

 

Quindi calcolo il ROI: (13.800-1.000) / 1.000 = 1.280%

 

Ossia per ogni 1€ investito ne ho avuti in ritorno 12,8€

 

In questo caso sarebbe più conveniente investire il capitale come compenso per l’influencer, perché il ritorno dell’investimento è il doppio rispetto a quello che otterremmo con le attività di web marketing.

NOTA 1: gli importi inseriti in questi esempi sono solo a scopo didattico.

NOTA 2: il dato sulla percentuale di conversione – di cui ho citato la fonte della statistica – potrebbe essere completamente diverso da quello che hai riscontrato nel tuo mercato per la tua attività, modifica la formula a seconda delle tue conoscenze.

Se parti da zero e non hai statistiche, sfrutta quel parametro come se fosse uno standard, sarà poi il tempo e la sperimentazione sul campo a dirti come aggiustarlo.

Se pensi che questo articolo possa essere utile a qualcuno che conosci, condividilo!